Get Adobe Flash player
Home Acquario dolce Invertebrati L'anatomia dei gamberetti

Le caridine e le neocaridine sono gamberetti d'acqua dolce di dimensioni generalmente comprese tra i 2 e i 4,5 cm, le neocaridine generalmente dai 2 ai 3,5 cm. Sono degli invetebrati appartenenti all’ordine decapoda, famiglia Atyidae.

 

Il corpo dei gamberetti è ricoperto da un esoscheletro formato da cuticola che viene sostituito tramite la muta, divisibile in due parti: il cefalotorace e l’addome.

Il cefalotorace è il risultato della fusione del carapace e del torace, al cui interno sono ospitati gli organi vitali (cervello, cuore, stomaco, vescica natatoria, testicoli o sacca ovarica). Il carapace è la parte più dura dell’animale, essa infatti contiene molta chitina e si prolunga anterioremnte nel rostro. Il rostro è un importante elemento per l’identificazione tassonomica dei gamberetti. Annesse al carapace vi sono una coppia di antennule, ed una di antenne. Le antenne sono estremamente sensibili e servono a coadiuvare il movimento e l’orientamento inoltre hanno funzioni tattili. Nella regione boccale ci sono tre paia di appendici connesse ad essa (mandibole, mascelle I e maschelle II). Al torace invece sono annessi tre paia di massillipedi, degli arti modificati per rovistare e portare il cibo alla bocca, i primi due paia sono connessi alla regione boccale mentre il terzo svolge anche funzione deambulatoria. Oltre ai massillipedi nel torace sono presenti cinque paia di pereiopodi che svolgono funzione locomotoria: due con chele terminali atte alla manipolazione e alla raccolta del cibo e  tre paia sprovviste di chele, con funzioni motorie

 

L’addome è costituito da segmenti addominali, terminanti con un telson sempre appiattito. Ogni segmento addominale è corredato di due appendici natatorie, chiamate pleopodi, essi vengono usati per la propulsione e per ossigenare le uova (nel caso delle femmine) che saranno ospitate tra essi e il corpo del gambero. L'ultimo paio sono gli uropodi, connessi al telson che vanno a formare il ventaglio caudale.

anatomia_caridine

Antomia esterna

La cuticola viene secreta dalle cellule epidermiche. La due parti principali sono l'epicuticola e la procuticola. L'epicuticola, che è la parte esterna è soggetta alla mineralizzazione con deposizione di carbonato di calcio. La procuticola è formata da proteine e chitina. Sotto la procuticola, nel tessuto subipodermale sono presenti ghiandole tegumentali e cromatofori. Le ghiandole tegumentali si prolungano in dotti che raggiungono la superfice. I cromatofori determinano la colorazione dei gamberetti ed hanno pigmenti bianchi,rossi, gialli, blu, bruni e neri. Il movimento dei pigmenti è dovuto al controllo ormonale e regolazione nervosa.

cuticola

Le appendici toraciche variano in forma e dimensione a seconda della loro funzione, si possono distinguere appendici semplici, sottochelate, chelate e carpochelate. Le appendici sono dotate di una forte attività rigenerante, che permette la riformazione delle appendici perse. Le chele servono principalmente per catturare cibo, difesa o offesa.

zampestruttura

 

Anatomia interna

Il sistema circolatorio è aperto, il cuore si trova dietro la testa in posizione dorsale, presenta 3 paia di ostii, da esso si dipartono: 5 arterie in direzione craniale, 1 addominale in direzione caudale e 1 sternale che origina la arteria ventrale.

anatomia_interna

sist_circ

 

Il sistema respiratorio comprende delle branchie distinte derivate dagli epipoditi toracici modificati per fornire la magior superfice possibile per gli scambi gassosi. Le Branchie possono essere di tre tipi morfologici diversi: dendrobranchie, tricobranchie e fillobranchie. Le cadidine e le neocaridine hanno le fillobranchie, che presentano una doppia serie di rami a forma di piastra o di foglia.

Il sistema escretore comprende una ghiandola antennale o del verde, formata da una sacca terminale e da un labirinto (sede di riassorbimento), da un tubulo e da una vescica. Il nefroporo si apre alla base della seconda antenna. L’escrezione di NH4+ avviene anche dalla superficie del corpo. Ghiandole antennali regolano la pressione del liquido interno e il contenuto ionico. La regolazione osmotica è molto importante per le specie dulcacquicole.

Il sistema digerente comprende bocca, esofago, stomaco, cieco digerente, intestino, retto ed ano. Esso funziona nel seguente modo: la masticazione avviene dapprima fuori dal corpo per mezzo di mascelle e mandibole molto potenti. Attraverso il passaggio nella bocca, si arriva in uno stomaco anteriore diviso in due camere con denti trituratori e organi filtranti. Dopo una ulteriore triturazione e digestione il cibo passa nel cieco digerente e poi nell'intestino medio che si prolunga lungo il corpo fino a telson dove è presente l'ano.

digerente

Il sistema nervoso è strutturato nel seguente modo: il cervello si trova in posizione anteriore, dietro e in mezzo agli occhi. Da esso parte una catena di gangli nervosi che si estende percorrendo il ventre dell'animale, fino al telson. Il cervello è formato da protocerebro (con nervi ottici), deutocerebro(con nervi antennulari) e tritocerebro (con nervi antennali e ganglio subenterico).

con la collaborazione di www.aquamoss.ch

 

Spiacente, per lasciare un commento devi essere registrato.

Foto spot
7112diegomonta.jpg