Get Adobe Flash player
Home Fai da te Aggiungere un neon al Tenerif 88

Per cimentarsi nell'allevamento di piante un po' più complicate, oppure per ricreare una foresta amazzonica, al Tenerif 88 va  aggiunto un altro tubo neon, oltre ai due già in dotazione, al fine di arrivare al fatidico (anche se puramente teorico) mezzo watt per litro.
Tra i tanti modi per farlo io ho scelto il più semplice e meno costoso: inserirlo nella plafoniera già esistente. La difficoltà è rappresentata solamente dallo scarso spazio a disposizione.

Materiale occorrente:

thumb_tenerif1_occorrente
- un alimentatore per neon da 18w;
- due portaneon ed un portastarter;
- una spina maschio;
- circa 10 metri di filo.
Costo totale 8 euro circa.

Premetto che per eseguire questo lavoro bisogna avere un minimo di conoscenze in campo elettrico. Non occorre essere periti elettrotecnici, ma almeno sapere il principio di funzionamento di un circuito. Questo al fine di evitare spiacevoli inconvenienti, visto che si tratta di lavorare a 220 volt.
Prima di eseguire qualsiasi (ripeto: QUALSIASI) operazione, accertarsi che tutte le spine dell'acquario siano state staccate.
Prima di iniziare ho aspettato parecchi giorni, rimuginando su ogni possibile difficoltà, e cercando di risolverla già sulla carta, in maniera da arrivare al giorno prescelto con già  un preciso schema mentale; una sequenza di operazioni studiate che mi ha permesso di limitare al minimo le ore di non funzionamento dell'acquario.
Già , perchè per lavorare bene sul coperchio è necessario toglierlo completamente, e quindi disattivare pompa e riscaldatore.
E' consigliabile, quindi, compiere quest'operazione un giorno in cui avremo parecchie ore a disposizione (con la pompa staccata non possiamo decidere di lasciar perdere e rimandare al giorno successivo), ma anche un giorno in cui una ferramenta (possibile risolutrice di problemi imprevisti) sia aperta.
Per togliere il coperchio basta far leva sulle due cerniere in plastica.
Una volta appoggiato a terra, occorre aprire le viti che troviamo (una è quella del timer), e separare così l'involucro esterno da quello interno.

thumb_tenerif3_coperchio
A questo punto ho fatto passare 4 fili (rigorosamente numerati da entrambi i capi), facendoli entrare nella plafoniera (due a destra e due a sinistra) dalle grigliette di aereazione poste sopra i neon.
Ho collegato i quattro fili ai due portaneon, che ho poi fissato con la colla a caldo, avendo cura di mantenere con dei piccoli spessori la posizione diagonale che si vede in foto, unica possibile.

thumb_tenerif4_particolare_attacchi
Rassicuratevi, il peggio è passato.
A questo punto si può già  montare il neon e riposizionare il coperchio sulla vasca.

thumb_tenerif6_tre_neon
Ora basta prendere i quattro fili numerati uscenti dal coperchio per ricreare sotto l'acquario il circuito mostrato nel disegno (l'elettronica non è il mio campo e si vede!), collegando starter e alimentatore.
thumb_schema_neon
Ovviamente il tutto va temporizzato. Io l'ho inserito sullo stesso timer che controlla l'elettrovalvola dell'anidride carbonica.
Se la pianificate bene è possibile compiere tutta l'operazione in meno di due ore.

La plafoniera è stata progettata per la temperatura generata da due neon, aggiungendo il terzo è bene prevedere, quindi, degli sfiati o alloggiare delle ventoline di raffreddamento.
Si può approfittare dell'operazione anche per portare all'esterno l'alimentatore originale, abbassando così le temperature estive.

Torno a ripetere: siccome stiamo forzando un prodotto commerciale studiato per funzionare in una certa maniera, ci stiamo esponendo a rischi che non dobbiamo correre se non con un minimo di esperienza in campo elettrico!
Questo progetto è applicabile solamente al Tenerif 88 o ad altri acquari dotati di plafoniera chiusa; questo perchè in tale progetto non vengono utilizzati cappucci stagni, necessari su altri tipi di allestimenti.

 

Spiacente, per lasciare un commento devi essere registrato.

Foto spot
imgp0045.jpg